“Il ciclo della vita” è il titolo del ventunesimo spettacolo di danza de “La Fonte del Ritmo” che si terrà domani, 12 luglio, alle 21.00 all’anfiteatro Pietre Nere di Pozzallo.

Al timone di questo grande team di ballerini, la maestra Sara Caschetto, professionista con un’esperienza trentennale nel settore, prima da atleta e poi da insegnante.

Tema della serata sarà, appunto, il ciclo della vita, le varie fasi che ogni essere umano raggiunge nel corso della propria “storia”.

Nell’esistenza umana, infatti, sono presenti sette tempi che chiamiamo “età”: lattante, bambino, adolescente, giovane, adulto, uomo maturo, anziano. Al periodo della Luna, durante la prima infanzia  subentra quello di Mercurio, in cui si acquisiscono le prime conoscenze, poi quello di Venere, che rivela la sua forza nelle emozioni passionali dell’adolescenza; a seguire lo zenit della vita, i tre settenni della piena forza vitale e dei desideri d’espansione. Il regno del malvagio Marte genera un improvviso mutamento e conduce alle lotte, le amarezze e le disillusioni di cui è ricca l’età adulta. Poi, sotto lo scettro di Giove, si presenta ancora una volta un picco della vita, la maturità, la quale, saggia e serena, contempla le gioie e le sofferenze dell’esistenza, sempre contribuendovi con gaiezza. Arriva infine, sotto la stella di Saturno, lenta e lontana dalla terra, la grande età in cui le forze vitali si raffreddano e pian piano si fermano.

 


Tutto questo verrà raccontato a ritmo di musica, con la bravura dei circa 110  allievi della maestra Caschetto e dei suoi colleghi che porteranno in pista le diverse discipline che confermano, ogni anno, la qualità e la tecnica degli atleti de “La Fonte del Ritmo”, l’impegno e la dedizione dei loro insegnanti.

Natasha Gambuzza