Il tenente colonnello Federico Reginato ha presentato in una conferenza stampa i nuovi innesti nel personale dei carabinieri in provincia.




“Voglio ringraziare i colleghi che ci hanno salutato e che hanno raggiunto incarichi prestigiosi – ha dichiarato il comandante provinciale dell’Arma di Ragusa. Da chi arriva mi aspetto grandi risposte rispetto alle aspettative che ho riposto nella selezione che ha fatto il Comando generale di Roma in base alle nostre indicazioni. Abbiamo già effettuato diversi briefing su ordine e sicurezza pubblica in provincia di Ragusa. Il compito più arduo è a Vittoria, centro sensibile, ma anche il Nucleo investigativo con le sue articolazioni prettamente, appunto, investigative in rapporto con direzione distrettuale antimafia di Catania – ha aggiunto Reginato – dovrà dare contributi importanti sotto profili elevati di indagine. Il Comando generale dell’Arma conferma la grande attenzione su un territorio ibleo che ne ha bisogno”.

Al comando della Compagnia di Vittoria, arriva il Capitano Giancarlo Pallotta che sostituisce il capitano Daniele Plebani, destinato all’Accademia, alla formazione dei cadetti in vista de passaggio alla Scuola ufficiali. Pallotta ha maturato esperienze importanti a Torino e prima a Locri dove ha guidato il nucleo operativo. Al comando del Nucleo investigativo è stato chiamato Ugo Mancini, che ha guidato la Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi in Campania ed ha una forte esperienza in polizia giudziaria; prende il posto del capitano Domenico Spadaro chiamato a Messina.




Rientra dopo una importante missione all’estero il Capitano Elisabetta Spoti che torna alla guida della Compagnia di Ragusa.

Maria Chiara Soldano guida il Nucleo operativo radiomobile di Ragusa lasciando il Norm di Modica dove è stato invece chiamato Massimo Farinelli. A Modica era arrivato il comandante della Compagnia, Francesco Ferrante che ha preso il posto di Edoardo Cetola trasferito a Viareggio. Confermato il comandante dei reparto operativo, il tenente colonnello Giuseppe Marseglia.