Nomine del cda della SAC: messo in discussione l’incarico conferito a Ornella Laneri

 

La camera di commercio di Ragusa è stata esclusa dal giro di consultazioni  per le nomine del cda della SAC, la società aeroportuale di Catania e ha chiesto al collegio dei revisori di verificare eventuali “violazione dello statuto ed ipotesi di abuso d’ufficio” da parte dei commissari ad Acta sulla scelta dei nomi con curricula Vitae insufficienti e privi dei requisiti richiesti.

Nel mirino la neo amministratrice della Sac, Ornella Laneri.

Il nome in discussione è quello di Ornella Laneri, la neo amministratrice delegata della società aeroporto Catania. Una nomina arrivata dal presidente della regione siciliana, Rosario Crocetta, supportata dai commissari delle camere di commercio di Catania e Siracusa, che sono dirigenti mandati dallo stesso governatore. Sono due gli aspetti che hanno messo in discussione l’incarico conferito alla Laneri: il primo, quello prioritario, che ha indispettito la Camera di Commercio di Ragusa, che è l’unica non commissariata dalla Regione, è che, come ha spiegato il presidente Peppino Giannone, l’ente camerale ibleo non è stato neanche considerato per un parere, ancor peggio considerando che c’erano delle proposte valide che sarebbero state messe a disposizione della Sac. All’unanimità, d’intesa con l’attuale compagine, era stato proposto come presidente, peppino Giannone, amministratore delegato Nico Torrisi, vicepresidente nazionale di Federalberghi, e  i due funzionari, il segretario generale della camera di commercio di Ragusa, Carmelo Arezzo e il vice, Vito D’Antona. Il presidente della Cam Com, Giannone, contesta la modalità con la quale è stata presentata la nomina della Laneri, senza consultare le parti interessate. <<Una nomina concepita senza osservare nessuno galateo istituzionale>>, ha dichiarato Giannone.

Il secondo aspetto che emerge è il dubbio che la neo eletta amministratrice non abbia i requisiti. Sfogliando il curriculum si legge che dal 2014 a oggi è presidente del cda hotel management e consigliere delegato di Edilcostruzioni , dal 2001 al 2014 managing director di una catena d’aberghi. Dal 2012 al 2016 è stata presidente Confindustria Sicilia Turismo e alberghi.  L’Art. 23 dello Statuto della Sac recita testualmente:

“Gli amministratori devono possedere i requisiti di onorabilità stabiliti per gli amministratori delle imprese bancarie e devono essere scelti secondo criteri di professionalità e competenza tra persone che abbiano maturato un’esperienza complessiva di almeno un triennio attraverso l’esercizio di:

attività di amministrazione e controllo ovvero compiti direttivi presso imprese industriali, commerciali, finanziarie che abbiano dimensioni comparabili con quelle di SAC”; e la catena di alberghi per la quale lavora la Laneri è annoverata come struttura di “piccole dimensioni”, proprio dalla Regione attraverso un decreto assessoriale che le consentiva l’accesso ad alcuni fondi. Ad osservare bene il curriculum sembrerebbe carente di alcuni requisiti fondamentali.  Mentre  Daniela Baglieri è docente ordinario di economia e Gestione delle Imprese all’università di Messina, Ornella Laneri ha studiato architettura dal 1982 al 1985 al Politecnico  di Milano e pare non abbia conseguito la laurea. Sebbene la laurea non sia un requisito espressamente, nessuna traccia pare esserci sulla docenza, come recita il punto b) attività di insegnamento universitario in materie giuridiche, tecniche ed economiche; il difetto, anche sopravvenuto, dei requisiti di onorabilità e professionalità determina la perdita della qualità di consigliere di amministrazione”. ”Il mio curriculum l’hanno visto tutti. Ma come ho detto, il mio curriculum sono io.”- ha affermato la Laneri nel corso della conferenza stampa tenutasi nella sala consiglio della Sac.

“Sono una imprenditrice che ha fatto sempre grandi scelte di campo- ha continuato- Sono stata chiamata dal presidente che mi ha detto ‘signora, all’aeroporto ci deve andare lei’. Ho subito detto No ma quando ho capito che rischiavamo di perdere una grande opportunità per la città, ho detto accettato. Sarò un po’ presuntuosa, ma io reputo di essere una opportunità”. Tuttavia per sgomberare ogni dubbio, il presidente della camera di Commercio, Peppino Giannone, ha chiesto al collegio dei revisori di valutare “eventuali violazione dello statuto ed ipotesi di abuso d’ufficio”. Domani l’attenzione sarà invece puntata sull’elezione del nuovo cda della Soaco, la società che gestisce l’aeroporto di Comiso. La decisione spetta al sindaco di Comiso, Filippo Spataro per la designazione di due cariche: presidente e consigliera, la Intersac, tramite Sac, sceglierà le altre tre figure:  due consiglieri e l’amministratore delegato.  Il consiglio si riunisce domani alle 12. Alle 12,30 potrebbe già esserci il nome del successore di Rosario Dibennardo, il quale ha già ricoperto questo incarico due volte: la prima solo per due anni e la seconda rispettando il naturale mandato di tre anni. Tra i tanti nomi che circolano non è esclusa un’eventuale rielezione a presidente di Rosario Di Bennardo.

Viviana Sammito

 

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment

 
 



 

Vertical Slideshow

Visite

  • 301 Moved Permanently
» wp.com stats helper

Nove & NoveTV

Iscritta presso il tribunale di Modica, n° di Iscrizione 2/2010.

Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca.
Responsabile generale NoveTv, Giovanni Giannone

 
Testata iscritta presso il Tribunale di Modica,al n. 2/2010. Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca