Saranno celebrati oggi pomeriggio alle ore 15, nella Chiesa di Santa Maria di Betlem, i funerali di Giorgio Di Rosa, alias “Don Giugginu”.

Don Giugginu è morto mentre si trovava ricoverato al “Maggiore” di Modica, ha chiesto la mano della moglie e dopo qualche minuto si è addormentato, per non risvegliarsi mai più. Aveva 86 anni.

Un personaggio di Modica.

Tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati ai familiari, anche sui social foto e commenti hanno ricordato il mitico gelataio che ha servito gelati a diverse generazioni.




Don Giugginu ha segnato l’infanzia di generazioni e generazioni di modicani con i suoi coni da passeggio, i suoi gelati “tutti i gusti”, la sua granita al limone, la musica del suo megafono, l’irrompere del suo fischietto e il suo dialetto verace, con il suo furgoncino di “Gelati e Granite”, con una sola paletta serviva il gelato, così capitava di trovarsi un gelato multi-gusto.

Ed è stata già lanciata l’idea di dedicare un monumento in città a memoria di Don Giugginu re gelati.