I Carabinieri del Nucleo Operativo di Modica hanno tratto in arresto in flagranza di reato Erald SULCAJ, 32 anni, operaio albanese, residente a Modica Alta per detenzione ai fini di spaccio di stupefacente.

L’attività dei militari dell’Arma, sempre molto intensa nel filone di contrasto allo spaccio di stupefacente nella città, si è svolta osservando con attenzione e perseverante impegno i movimenti del giovane albanese già noto per fatti simili. Durante la perquisizione domiciliare scaturita a seguito dell’osservazione, inizialmente veniva trovata una busta con circa 20 grammi di marijuana in una scarpa da lavoro. In seguito, sono state scandagliate tutte le stanze dell’abitazione dell’uomo, e la caparbietà dei Carabinieri ha condotto a trovare celata all’interno di una botola che dal bagno si affacciava in un sottotetto, il tesoretto di 5 chili e mezzo di marijuana. Nella disponibilità dell’uomo è stata rinvenuta la somma contante di circa 1200 Euro, provento di spaccio e sottoposta a sequestro.

Il giovane è stato tratto in arresto e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria iblea agli arresti in attesa di giudizio.

L’attività dell’Arma dei Carabinieri proseguirà nelle prossime ore tentando di conseguire livelli di sicurezza reale e percepita alti, anche grazie all’aiuto ed alle segnalazioni dei cittadini che naturalmente facilitano il lavoro dei Carabinieri, indirizzando l’intervento.