«L’Italia si fa strada». Questo lo slogan dell’Anas che punta a dirigere i lavori della Siracusa-Gela

autostrada-siracusa-gelaSlitterà nei prossimi giorni l’insediamento dell’Anas quale direttore dei lavori della Sr-Gela per i lotti del ragusano. Doveva essere ufficializzato già dal primo gennaio ma il direttore generale della Sicilia è stato trasferito a Roma. Si aspetta adesso l’insediamento del nuovo dirigente.

«L’Italia si fa strada» è lo slogan dell’Anas che punta adesso a  dirigere i lavori della Siracusa-Gela. Dopo nove anni di attesa  l’Anas ha sottoscritto con la Regione un accordo per unificare la gestione delle autostrade siciliane. E’ il caso della Siracusa-gela dove l’Anas dirigerà i lavori insieme con il consorzio autostrade siciliane. Questa nuova sinergia doveva essere già operativa dal primo gennaio ma l’assessore regionale ai trasporti, Giovanni Pistorio, sentito al telefono, ha spiegato che l’iter ha subito un rallentamento a causa di cambi al vertice: il dirigente dell’Anas Sicilia va a Roma e qua arriva quello della Sardegna. Si dovranno aspettare altri 15 giorni. L’operazione prevede la costituzione di una Società – partecipata da Anas e dalla Regione Siciliana – al fine di assicurare il completamento della rete autostradale siciliana, il suo esercizio in regime concessorio con riscossione del pedaggio per la copertura dei costi di esercizio.

La nuova Società, di cui Anas avrà la guida industriale e la Regione l’indirizzo strategico degli investimenti, avrà l’obiettivo riunificare la gestione delle concessioni per le tratte A20 Messina-Palermo, A18 Messina-Catania, A18 Siracusa – Gela, A19 Palermo – Catania, A29 Palermo – Mazara del Vallo, A29 dir Alcamo – Trapani, SS 339 Catania – Siracusa, RA 15 Tangenziale di Catania nonché di rilanciare gli investimenti sulla rete autostradale siciliana disponendo di capacità di finanziamento autonoma. Cosa cambierà con la gestione dell’Anas? Tecnicamente nulla perché il crono programma stilato dall’ente appaltante, che è il Cas, sarà rispettato ma l’Anas è più forte economicamente e questo garantisce la chiusura con successo del progetto autostradale. Si utilizzeranno risorse statali per l’avanzamento dei lavori, si potrà proseguire senza timori. La fine del 2018 è il termine entro il quale i tre lotti devono essere completati. “In questo modo – ha aggiunto il presidente dell’Anas, Gianni Vittorio Armani – consentiremo di creare opportunità di investimenti ed evitare che i cantieri si blocchino. Così facendo la burocrazia seguirà il percorso dei cantieri evitando stop ai lavori e consentendo utilizzo di finanziamenti».

Viviana Sammito

 

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment

 
 



 

Vertical Slideshow

Visite

  • 301 Moved Permanently
» wp.com stats helper

Nove & NoveTV

Iscritta presso il tribunale di Modica, n° di Iscrizione 2/2010.

Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca.
Responsabile generale NoveTv, Giovanni Giannone

 
Testata iscritta presso il Tribunale di Modica,al n. 2/2010. Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca