giannone pitrolo scalaIl Sindaco Enzo Giannone e gli assessori Viviana Pitrolo e Giorgio Vindigni, nella giornata di ieri hanno avuto un incontro a Palermo all’assessorato regionale Territorio ed Ambiente con l’assessore Maurizio Croce in merito alla procedura con la quale si è rilasciata l’autorizzazione all’ampliamento della piattaforma di trattamento rifiuti speciali di contrada Cuturi a Scicli.

In occasione dell’incontro, dando consequenzialità a quanto riportato nella sentenza che il TAR di Catania ha espresso in merito alla revoca dell’autorizzazione, l’amministrazione ha formalizzato la richiesta di riesame della procedura, notificando un corposo documento in cui si evidenziano lacune, anche gravi, in seno all’istruttoria, tali da inficiare tutta la procedura stessa.

Con questo atto, l’amministrazione comunale si fa interprete e rappresentante della volontà civica espressa in vari momenti ed in ultimo durante il Consiglio comunale aperto tenutosi il 30 gennaio scorso, palesemente ed in maniera univoca contraria all’attivazione di un impianto che avrebbe inevitabili ricadute sul territorio assolutamente dissonanti con lo sviluppo naturale del territorio stesso.

Si ritiene ci siano tutti gli elementi tecnico-amministrativi per cui l’assessorato regionale, cui compete la decisione in merito, prenda atto degli argomenti oggettivi sollevati e assuma le conseguenti determinazioni che non possono non portare all’annullamento dell’autorizzazione.

Anche il Presidente della Regione Sicilia, Crocetta, si è dichiarato contrario a tale impianto realizzato a pochi km dal centro abitato di una città, Patrimonio dell’Umanità.