Video

Ispica – Rosolini-Modica: protesta dei lavoratori e incontro con il Prefetto – Video

Ancora un blocco dei lavori nel cantiere dell’autostrada Rosolini-Modica. A fermarsi stamattina sono stati i lavoratori della Spic, azienda sub-appaltante che ha preso il posto della Castaldo dopo che quest’ultima ha lasciato il cantiere. Il motivo della protesta non è dato stavolta da ritardi nei pagamenti, ma dal fatto che gli operai dell’azienda non hanno lavoro da fare e, quindi, sono fermi, ma devono essere pagati lo stesso. Come spiegano nell’intervista video Nicola Spadaccino della Uil e Nicola Colombo della CGIL, il problema è legato alla mancata approvazione da parte del Ministero di una variante ai lavori che avrebbe permesso risparmio di tempo e di soldi. In sostanza il Cosige ha chiesto al Cas la variante, il consorzio avrebbe dato un parere favorevole propedeutico con le riserve del caso, ma alla firma del contratto i responsabili del CAS non hanno partecipato alla riunione motivando tale decisione con il mancato avallo del ministero. Tra il parere favorevole e la firma del contratto, che doveva essere sottoscritto l’11 maggio 2016, le imprese che lavorano al prolungamento dell’autostrada si sono mosse nella direzione indicata in variante, ma dopo la mancata firma del contratto sono dovute ritornare indietro. In questa fase, dunque, non c’è lavoro materiale per i 52 dipendenti della Spic, per tale motivo i sindacati hanno chiesto al Cas la sospensiva dei lavori con conseguente cassa integrazione per i lavoratori e, non arrivando dal Consorzio nessuna risposta, hanno deciso di fermare il cantiere in segno di protesta. La mobilitazione è comunque rientrata subito dopo l’accettazione del Prefetto di incontrare una delegazione, incontro avvenuto intorno alle 11 e conclusosi con l’impegno del Prefetto di convocare Cosige e Cas per chiarire la vicenda.

 

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment

 
 



 

Vertical Slideshow

Visite

  • 301 Moved Permanently
» wp.com stats helper

Nove & NoveTV

Iscritta presso il tribunale di Modica, n° di Iscrizione 2/2010.

Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca.
Responsabile generale NoveTv, Giovanni Giannone

 
Testata iscritta presso il Tribunale di Modica,al n. 2/2010. Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca