Ieri e oggi a Ispica una manifestazione per promuovere la donazione degli organi, tema affrontato forse troppo poco dalle Istituzioni in Italia.

A organizzare queste due giornate l’associazione “Il Dono di Francesco”, nata dopo l’improvvisa scomparsa di Francesco Campailla.

La moglie di Francesco, Rossella,  si è trovata davanti a questa forte scelta, quella di Donare gli Organi, che ha salvato e oggi consente a 5 persone di continuare a vivere.

Nel primo pomeriggio di ieri tanti ragazzini hanno lavorato in gruppo in diverse postazioni allestite su Piazza dell’Unità d’Italia per rappresentare la parola “Dono”, con disegni, poesie, recite e canto, il tutto poi spiegato e rappresentato sul palco.

Alle 19 la S.Messa che si è conclusa con le testimonianze, di Rossella, che ha raccontato la sua storia, lo scopo della nascita dell’associazione e i risultati raggiunti, come l’acquisto di un importante macchinario che sarà donato presto al reparto pediatria del “Maggiore” di Modica. Poi la forte testimonianza di Maurizio Pluchino, papà di Damiano, giovane 18enne ragusano, che ha atteso invano il trapianto dei polmoni. Damiano negli ultimi giorni di vita è stato ricoverato a Palermo, per 21 giorni attaccato ad una macchina che gli consentiva di sopravvivere, in attesa di un donatore di polmoni, che purtroppo non è mai arrivato. Oggi la missione di Maurizio Pluchino è raccogliere adesioni, donatori.

A chiudere la serata il comico Carlo Kaneba, anche lui sul palco per testimoniare l’importanza della donazione degli organi.

“Donare per Continuare a Vivere”, anche oggi, domenica 19 Maggio, per tutta la giornata a Ispica.

Si inizia con la Marcia per la Vita, alle ore 10, partenza sempre da Piazza dell’Unità d’Italia.

Di pomeriggio a partire dalle 18:30 lo spettacolo con Artisti di strada. Alle 19:30 Spettacolo teatrale e alle 20:30 la comicità di Mariuccia Cannata (Pipitonella). A presentare anche questa seconda giornata, Giovanni Giannone.

B.M.G. 

Guarda la galleria fotografica