E’ la 62enne  Santina Duco, originaria di Noto, la vittima dell’incidente di ieri sera, intorno alle 21, a un passaggio a livello in contrada Zupparda, nel territorio di Noto, dove il treno che viaggiava nella tratta Modica-Siracusa ha travolto una Fiat Multipla, dove a bordo c’era proprio la donna.

Santina Duco è morta sul colpo, mentre il compagno, 47 anni, si trova ricoverato all’ospedale “Di Maria” di Avola.

La Procura di Siracusa, che coordina le indagini, ha iscritto nel registro degli indagati l’uomo con l’accusa di omicidio colposo e disastro ferroviario.

Toccherà agli agenti della Polfer di Catania stabilire l’esatta  dinamica dell’incidente.

Secondo le prime ricostruzioni,  l’auto sarebbe rimasta chiusa tra le sbarre, ferma sui binari.

L’uomo avrebbe provato ad attirare l’attenzione del macchinista, che ha provato a frenare la marcia ma non è riuscito a evitare l’impatto.

Sono stati sentiti alcuni testimoni, che erano sul treno. Non si hanno ancora dichiarazioni che possono aiutare a capire come sono andati realmente i fatti.

La tratta ferroviaria è stata liberata nelle prime ore di oggi. I mezzi sono stati posti sotto sequestro.