Incendio CAAIR. Gli attestati di solidarietà. Il Presidente Crocetta a Vittoria

Diversi gli attestati di solidarietà rivolti alla CAAIR, azienda rimasta vittima di un attentato incendiario nella notte tra venerdì e sabato della settimana scorsa. Nell’attentato incendiario, lo ricordiamo, è rimasto ferito un dipendente. L’azienda ha sede a Vittoria.

L’incendio ai quattro Tir nell’area parcheggio del Consorzio Caair attigua al mercato ortofrutticolo di Vittoria crea preoccupazione tra gli operatori del settore e soprattutto nei concessionari e operatori commerciali che lavorano all’interno della piu’ grande struttura mercatale del Meridione. Per domani e’ previsto al mercato di Vittoria l’arrivo del presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta per dare solidarieta’ al presidente del Consorzio Caair, Giuseppe Biundo.

 

tir bruciati caair 2Il Direttivo dell’Associazione dei Concessionari e tutti gli operatori commerciali operanti all’interno del Mercato Ortofrutticolo di Vittoria esprimono la propria solidarietà nei confronti della famiglia Biundo, titolare del Consorzio di Autotrasporti denominato CAAIR, vittima del vile atto incendiario che ha distrutto tre mezzi di trasporto e attentato alla vita di due autisti che si trovavano all’interno dei mezzi; uno di questi ancora oggi ricoverato in Ospedale per le ustioni riportate. Ad esprimere la propria vicinanza in rappresentanza di tutta la categoria, Gino Puccia.

“Ancora una volta assistiamo ad eventi di questo tipo che screditano il lavoro onesto di chi impegnato nella filiera. Alla famiglia Biundo – dichiara Puccia – esprimo a nome di tutta la categoria la nostra più sentita vicinanza. La preoccupazione che mi trovo ad esprimere è rivolta ad eventi che colpiscono la parte sana di una economia che da sempre si prodiga per garantire servizi e funzionalità alla struttura mercatale. Ancora una volta – sottolinea Puccia – gli operatori del Mercato Ortofrutticolo di Fanello si appoggiano al lavoro preciso e delicato delle forze dell’ordine, alle quali chiediamo chiarezza a tutela di chi ha subìto quello che è un vile atto intimidatorio. Senza dubbio – conclude Puccia – rimando al mittente i tentativi di chi approfitta di queste disgrazie per infangare la storia di una struttura, quella mercatale, che ancora oggi nonostante la crisi rimane punto di riferimento a livello nazionale”.

 

“La gravità della situazione impone una riflessione attenta oltre a una pronta risposta delle istituzioni”. Lo afferma la senatrice del Pd, Venera Padua, che esprime il proprio sdegno e la propria condanna per il vile atto intimidatorio che ha colpito nella notte tra venerdì e sabato la ditta di trasporti “Caair” a Vittoria. “Una vicenda molto grave – sottolinea la senatrice – che deve spingere ciascuno di noi, ognuno per la propria parte e il proprio ruolo istituzionale, a pretendere che la città possa essere libera da ogni tipo di condizionamento criminale. Sarebbe auspicabile che tutti i vittoriesi, tutti noi che facciamo parte della comunità iblea, facessimo sentire il nostro sdegno rispetto a un simile gesto intimidatorio mentre lo Stato e le istituzioni dovranno fare sentire nella maniera più appropriata la propria presenza sul territorio. Formulo, altresì, la mia piena solidarietà ai titolari e ai dipendenti dell’azienda rimasti vittime dell’attentato. Così non è possibile andare avanti”.

 

“Un vile atto criminale –dichiara il Presidente del Consiglio Comunale di Vittoria, Andrea Nicosia – quello perpetrato  ai danni di una impresa del territorio. Occorre-continua- mantenere alta l’attenzione e non abbassare la guardia. Occorre, però, coinvolgere tutte le Istituzioni del territorio. Solidarietà all’imprenditore e all’uomo che era nel camion e che ora è in gravi condizioni. Le Istituzioni regionali e soprattutto nazionali devono dare risposte a questo territorio.” Conclude – Il Consiglio Comunale farà la sua parte in rappresentanza della città!”

 

Dopo l’ennesimo attentato al mercato ortofrutticolo di Vittoria e alle ditte che operano nell’indotto, la Cgil Sicilia e la Camera del lavoro di Ragusa, con i segretari generali Michele Pagliaro e Giuseppe Scifo  chiedono un “deciso intervento delle istituzioni a garanzia della sicurezza e della legalità nel sito produttivo e dell’intera città ”. Stanotte tre camion della ditta di autotrasporto Caair sono stati dati alle fiamme e un autista, che si trovava dentro uno dei veicoli, è  ora ricoverato al centro grandi ustioni dell’ospedale di Catania- “E’ il terzo attentato in poche settimane- ricordano i due esponenti della Cgil-  a riprova del fatto  che il mercato e l’intera area sollecitano appetiti delle mafie che stanno causando gravi problemi alle imprese e ai lavoratori”. Per Pagliaro e Scifo  è anche “necessaria una forte risposta della società civile per mettere fine a una situazione che rischia di determinare gravi danni all’economia, alle persone e all’intera societa”.  Da parte della Cgil Sicilia e di Ragusa c’è anche la richiesta alle istituzioni regionali e nazionali di “una verifica sulla gestione del mercato di Vittoria”.

 

Il Partito democratico di Vittoria esprime forte  preoccupazione per il gravissimo episodio accaduto ieri notte nei pressi del Mercato Ortofrutticolo di Vittoria. All’interno del parcheggio della ditta di autotrasporti C.A.A.I.R. sono stati incendiati ben 4 tir ed un autista è rimasto seriamente ferito. Vittoria deve reagire, come ha fatto sempre nei momenti bui che hanno colpito la città. Il Partito democratico condanna questi gravi fatti criminosi che turbano e destabilizzano la nostra comunità ed in particolare le aziende di autotrasporti che garantiscono quotidianamente la commercializzazione dei nostri prodotti ortofrutticoli nei mercati nazionali ed esteri. Il Partito democratico non intende abbassare la testa a tutto ciò e chiede a Sua Eccellenza il Prefetto di Ragusa di convocare con urgenza il Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica al fine di adottare i provvedimenti che si renderanno necessari per contrastare tali fenomeni criminali.

 

“L’attentato incendiario di Vittoria, nel Ragusano, è solo l’ultimo episodio di un clima di forte condizionamento mafioso che la città subisce da oltre un decennio, nella più vergognosa inerzia dei governi centrale e regionale. Basta col solito copione recitato a turno da ben noti personaggi, basta con la moda di coniugare i verbi al futuro. Serve una azione forte e decisa da parte dello Stato, per ridare fiducia a tanti imprenditori onesti, costretti a vivere nella paura. Meno parole e più fatti! Si convochi con urgenza un vertice tra le istituzioni, magistratura, associazioni di categoria; si dia più attenzione alle esigenze del Comune e dei vittoriesi, si operi una radicale bonifica all’interno del mercato ortofrutticolo, si estenda il controllo capillare nelle campagne. Invece di aspettare che si arrivi al morto.” Lo dichiara il presidente della Commissione regionale Antimafia Nello Musumeci, che ha preannunciato per le prossime settimane la approvazione della relazione conclusiva sull’agromafia in Sicilia, indagine condotta negli ultimi due anni con particolare riferimento alla realtà della provincia ragusana.

 

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment

 
 



 

Vertical Slideshow

Visite

  • 301 Moved Permanently
» wp.com stats helper

Nove & NoveTV

Iscritta presso il tribunale di Modica, n° di Iscrizione 2/2010.

Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca.
Responsabile generale NoveTv, Giovanni Giannone

 
Testata iscritta presso il Tribunale di Modica,al n. 2/2010. Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca