Disoccupazione giovanile in aumento

La disoccupazione giovanile continua a crescere non solo in Sicilia, ma in tutto il Paese. Questo è particolarmente accentuato nelle regioni del Mezzogiorno. E credo debba essere il parametro da cui partire per discutere della nuova legge di bilancio”. Così, a Catania, parlò ieri sera il segretario della Cgil Susanna Camusso, ospite della festa nazionale de l’Unita’ ad un confronto con la giovane ministra Madia.

A Luglio il tasso di disoccupazione è sceso complessivamente all’11,4%, in calo di 0,1 punti percentuali da giugno ma al tempo stesso cala il numero degli occupati. Lo comunica l’Istat precisando che, dopo l’aumento registrato a giugno (+1,3%), la stima mensile dei disoccupati a luglio cala dell’1,3% (-39 mila). Il calo interessa sia gli uomini (-1,4%) sia le donne (-,2%) e tutte le classi di età eccetto i 15-24enni (+23 mila) e i 25-34enni (+38 mila). La diminuzione tuttavia è almeno in parte legata all’aumento degli inattivi, cioè persone che rinunciano a cercare un lavoro.

Gli occupati calano nelle classi di età fino a 49 anni mentre aumentano tra gli over 50. Sale però il tasso di disoccupazione giovanile a luglio: il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, cioè la quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati), è pari al 39,2%, in aumento di 2 punti percentuali rispetto al mese precedente. Nella maggior parte dei casi perché impegnati negli studi. L’incidenza dei giovani disoccupati tra 15 e 24 anni sul totale dei giovani della stessa classe di età è pari al 10,4% (cioè poco più di un giovane su 10 è disoccupato). Tale incidenza risulta in aumento di 0,4 punti percentuali rispetto a giugno. Il tasso di occupazione diminuisce di 0,7 punti percentuali, mentre quello di inattività aumenta di 0,3 punti.

La disoccupazione giovanile continua a crescere non solo in Sicilia, ma in tutto il Paese. Questo è particolarmente accentuato nelle regioni del Mezzogiorno. E credo debba essere il parametro da cui partire per discutere della nuova legge di bilancio”. Susanna Camusso, segretaria generale della Cgil, ieri sera è stata ospite della festa nazionale de l’Unita’ ad un confronto con la giovane ministra Madia“Ho sempre rimproverato a questo Governo – ha denunciato- che pensava di fare tutto da solo, di non interloquire con nessuno e gli abbiamo sempre dichiarato di fornire la nostra disponibilità”. “Vorremmo – ha proseguito Camusso – che non ci fossero degli annunci, ma che si aprissero dei confronti, ad esempio sul grande tema che abbiamo tutti all’attenzione che si chiama terremoto. Città da ricostruire ma soprattutto da rimettere in sicurezza, ospedali scuole che vale per le zone del terremoto, ma anche per tutte le zone a rischio”.“Quello che servirebbe – ha ancora detto- è una grande scelta di piano del lavoro per l’occupazione giovanile. Un piano con il quale si fanno le proposte, si discute e in cui si trovano le risorse. E’ in corso una straordinaria gara di generosità in un Paese straordinariamente solidale”.

“E se si vuole fare un piano – ha concluso Camusso- bisognerebbe pensare a finanziarlo. Credo che le materie siano molte e non si deve puntare solo ad una disponibilità ma praticarla”.

Viviana Sammito

 

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment

 
 



 

Vertical Slideshow

Visite

  • 301 Moved Permanently
» wp.com stats helper

Nove & NoveTV

Iscritta presso il tribunale di Modica, n° di Iscrizione 2/2010.

Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca.
Responsabile generale NoveTv, Giovanni Giannone

 
Testata iscritta presso il Tribunale di Modica,al n. 2/2010. Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca