Chiaramonte Gulfi – Domenico Cubeda domina e si aggiudica per la quarta volta di seguito la 60ª Salita dei Monti Iblei

monti-iblei-1E’ stato il catanese Domenico Cubeda, sulla sua Osella FA 30 Zytek, ad aggiudicarsi la 60a Salita dei Monti Iblei, a Chiaramonte Gulfi-

Cubeda è il vincitore assoluto a Chiaramonte Gulfi dal 2014 ad oggi, ha stabilito il nuovo record del tracciato al culmine di Gara 1, incastonando il nuovo limite nel tempo di 2’28”28. Record, oltretutto, che già apparteneva al catanese dallo scorso anno.

“Mi sento particolarmente orgoglioso – ha dichiarato Domenico Cubeda  – per aver battuto il mio stesso limite e per aver iscritto per la quarta volta consecutiva il mio nome nell’albo d’oro della Monti Iblei, una “classica” che sento ‘mia’. Ho cercato il limite già in Gara 1, ho capito in anticipo che il nastro d’asfalto non consentiva, oggi, ulteriori miglioramenti in termini cronometrici. E’ andata bene, poi ho preferito amministrare il vantaggio in Gara 2. Sono felice perché abbiamo dimostrato di aver lavorato bene sulla nostra monoposto in questo mese di agosto, particolarmente intenso. Adesso guardo con fiducia ai prossimi appuntamenti qui in Sicilia”.

monti-iblei-2Alle spalle del portacolori della Cubeda Corse, per il terzo anno consecutivo, si sono classificati i veloci marsalesi Vincenzo e Francesco Conticelli, padre e figlio, rispettivamente su Osella PA 30 Zytek e su Osella PA2000 Honda, staccati di 9’55” e di 10’38” dalla vetta. Quarta piazza assoluta per Samuele Cassibba (Tatuus), primo tra i piloti del Ragusano, mentre il brillante Mark Micallef è risultato il più veloce tra i piloti della Repubblica di Malta, con la Radical Prosport Suzuki. Il preparatore palermitano Ciro Barbaccia (Stenger ES861 Bmw), ha segnato il miglior riferimento cronometrico nella 60a Coppa Monti Iblei Autostoriche. Per quanto concerne la speciale classifica di scuderia, nette affermazioni per la palermitana Aspas, tra le Storiche e per la Catania Corse tra le auto Moderne.

La palma di miglior pilota di Chiaramonte Gulfi in assoluto è stata attribuita all’imprenditore trapiantato da anni in Brianza (ma siciliano “doc”) Giuseppe Presti, alla fine classificatosi ottimo 13° assoluto nell’abitacolo della sua Lucchini SN98 Bmw 2.5 c.c.

Sono stati complessivamente 157 i piloti classificati al culmine della Monti Iblei (123 vetture Moderne e 34 Storiche), sui 199 partiti.

Sabato scorso le prove, due manche e ieri la gara con altre due prove.

Paura per qualche incidente senza esiti gravi.

monti-iblei-3Tanti spettatori presenti con le famiglie al seguito hanno fatto da cornice al tracciato di gara.

La Salita dei Monti Iblei, Riserva ufficiale per il Civm (il Campionato italiano velocità montagna 2017), era valida per il Tivm Sud, il Trofeo italiano velocità montagna, per il Campionato siciliano Velocità in salita AciSport 2017, per lo Challenge AssoMinicar Salita, nonché per il Campionato siciliano Salita Autostoriche, tutti campionati su egida AciSport.

monti-iblei-4A promuovere la 60a Salita dei Monti Iblei e la 60a Coppa Monti Iblei Autostoriche sono il Team Palikè Palermo, la locale associazione Pro Monti Iblei nonché il Comune di Chiaramonte Gulfi, il cui neo sindaco, on. Sebastiano Gurrieri, ha concesso il patrocinio alla gara. Rilevante, altresì, l’appoggio dell’ex Provincia regionale di Ragusa, ora Libero consorzio comunale e del Distretto turistico degli Iblei.

Foto: Giuliano Trovato

Qui di seguito la classifica.

1) Domenico Cubeda (Osella FA 30 Zytek), in 4’58”55 2) Vincenzo Conticelli (Osella PA 30 Zytek), a 9”55 3) Francesco Conticelli (Osella PA2000 Honda), a 10”38 4) Samuele Cassibba (Tatuus F. Master Honda), a 20”44 5) Mark Micallef (Radical Prosport Suzuki Turbo), a 25”85 6) Gianni Cassibba (su Osella PA20S Bmw), a 29”86 7) Matteo D’Urso (Radical SR4 Suzuki), a 33”95 8) Orazio Maccarrone (su Formula Gloria C7P Suzuki), a 36”95 9) Dino Blunda (Speads RM08 Suzuki), a 39”27 10) Giuseppe Buscaino (Osella PA21S Honda), a 40”55 11) James Dunford (con la Radical PR6 Suzuki), a 49”11 12) Salvatore Reina (Elia Avrio ST09 Evo Suzuki), a 53”57 13) Giuseppe Presti (Lucchini SN98 Bmw), a 54”13 14) Giovanni Nicastro (Osella PA 21S Honda), a 55”00 15) Santo Ferraro (Osella PA 20S Bmw), a 57”17 16) Rino Giancani (Elia Avrio ST09 Evo Suzuki), a 58”77 17) Giuseppe Di Marco (Osella PA 27S Bmw), a 59”58 18) Agostino Bonforte (con la Formula Gloria C8P Suzuki), a 1’01”60 19) Giuseppe Spadaro (Radical SR4 Suzuki), a 1’03”32 20) Ignazio Cannavò (Lamborghini Gallardo GT3), a 1’04”16.

 

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment

 
 



 

Vertical Slideshow

Visite

  • 301 Moved Permanently
» wp.com stats helper

Nove & NoveTV

Iscritta presso il tribunale di Modica, n° di Iscrizione 2/2010.

Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca.
Responsabile generale NoveTv, Giovanni Giannone

 
Testata iscritta presso il Tribunale di Modica,al n. 2/2010. Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca