Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci si è recato, ieri pomeriggio, a Casteldaccia, per un sopralluogo nella zona del fiume Milicia, teatro della tragedia di sabato sera.

Il governatore, che era accompagnato dal capo della Protezione civile regionale Calogero Foti, ha voluto verificare di persona la situazione dell’area dove l’esondazione del corso d’acqua ha causato la morte di nove persone, tra cui due bambini. In serata è stata convocata una seduta della Giunta regionale per deliberare ulteriori provvedimenti a favore delle popolazioni siciliane colpite dal maltempo.

“E’ davvero disarmante vedere decine di case a due passi dal fiume. E’ una vocazione al suicidio – afferma il Governatore Musumeci -. C’è stata l’irresponsabilità del cittadino, ma anche delle Istituzioni. Già da diversi mesi avevamo chiesto a tutti i sindaci dell’Isola di segnalarci eventuali costruzioni abusive nei pressi del mare o degli alvei dei fiumi: ha risposto solo il dieci per cento. Per questo motivo, procederemo all’invio di commissari in tutti quei Comuni che non dato corso alla nostra richiesta”.