Sono Alberto Amenta (Libertas Scicli) e Claudia Finielli (Orecchiella Garfagnana) i vincitori assoluti della quarta edizione del “Terre Iblee Tour 2017 – corsa a a tappe nei luoghi del Commissario Montalbano”, che si è concluso ieri mattina con la tappa di Scicli.

Un week-end di gare iniziato venerdì con la prova sotto la pioggia di Sampieri, continuato con quella suggestiva al castello di Donnafugata e chiusa con il circuito ricavato nel centro storico di Scicli.

Tappa, quella di ieri, che ha visto l’ennesimo timbro dello junior Amenta che ha preceduto la Promessa Antonino Mansueto e il lombardo Valerio Facciolo. Avvincente la gara al femminile con la vittoria sul filo di lana della Finielli che ha avuto la meglio su Valentina Galbusera. Un distacco di appena tre decimi di secondo che la dice lunga su come le due atlete abbiano battagliato dal primo fino all’ultimo metro dei circa 7000 della gara. Terza la regolarissima Paola Zaghi. Un percorso che ha esaltato la bellezza del centro storico sciclitano con passaggi negli stretti vicoli e gradoni da ripetere sei volte, tanti i giri effettuati.

Vittoria generale dunque netta per la coppia Amenta-Finielli, per loro un tre su tre che non lascia dubbi sulla loro splendida prestazione. Tra gli uomini bello il duello per i restanti gradini del podio tra Valerio Facciolo e Massimo Roberto con il primo che l’ha spuntata dopo le tre giorni di gare, per appena tre secondi.

La sfida delle donne ha visto invece protagoniste assolute oltre la Finielli, anche Valeria Galbusera e Paola Zaghi tutte accomunate da grande forza e spiccata classe. Protagonisti dell’ultima tappa, ancora una volta, sono stati i camminatori (per loro quattro giri del percorso) veri vincitori morali della manifestazione, cresciuti tappa dopo tappa in quantità e qualità. Spazio ieri anche ai più giovani con una batteria dedicata alle categorie giovanili, ognuno con una diversa percorrenza.

Ricche le premiazioni finali (sono andati a premio tutti coloro che hanno chiuso le tre prove) celebrate sulla scalinata del Municipio di Scicli, il Commissariato nella fiction di Montalbano. Bilancio dunque postitivo per la manifestazione a marchio Tre Colli Scicli, circa 300 i pettorali consegnati nel corso della tre giorni (compresi i giornalieri), tanti gli apprezzamenti per i percorsi, suggestivi e affascinanti e per i post-gara, con ristori che si sono trasformati ogni volta in un piacevole happening di fine gara.

Cospicuo più che mai il “contingente” di atleti giunto da oltre lo Stretto, Lombardia su tutte. Proprio in tema di squadre il trofeo per la prima società classificata è andato alla Pietro Guarino di Rosolini.  L’appuntamento è dunque per la quinta edizione del Terre Iblee Tour manifestazione entrata ormai nel novero di quelle più interessanti e spettacolari che la Sicilia podistica offre.

terreiblee