Sono molto contenti e commossi, i giovani del piccolo Staff del cortometraggio “SPECCHIO”, per l’aiuto e la straordinaria solidarietà, partecipazione e sostegno di tantissime persone e che ha  permesso di conquistare il primo posto per l’accesso alla Finalissima del Giffoni Film Festival – My Giffoni 2018, nella propria categoria dai 14 ai 20 anni ed Invitano Tutti a Continuare a Sostenerli in questa ultima fase della gara: Non far mancare il tuo “Like” a SPECCHIO, è il passaparola che continuano ad invocare i giovani videomaker.

Parte, infatti da oggi, sabato 26 maggio fino a venerdì 1 giugno p.v., sulla pagina Facebook ufficiale di Giffoni Experience, la seconda ed ultima fase di votazionial Giffoni Film Festival per MyGiffoni, il concorso nazionale organizzato da Giffoni Experience e riservato agli studenti dai 6 ai 20 anni.

Il cortometraggio dal Titolo “SPECCHIO” è ispirato all’omonima poesia  di Salvatore Quasimodo.

Narra la storia di due vicende parallele ma che hanno un unico obiettivo: l’attaccamento alla vita nonostante le avversità.

La storia di un soldato che aspira a ritornare presso la propria casa e potere riabbracciare la sua amata e la storia di un ammalato che scappa dall’ospedale per ritornare sui luoghi d’infanzia e potersi tuffare nelle calde acque del mare.

Il Cortometraggio SPECCHIO, realizzato da alunni della 3^ e 4^ classe del Liceo Artistico dell’Istituto I.S. “Galilei-Campailla” di Modica ed avente la Regia del giovane Angelo Piccione, unico cortometraggio ammesso alla partecipazione per la Sicilia al Giffoni Film Festival 2018,  già premiato con il Primo premio assoluto nella sezione adotta una poesia del Festival Versi di Luce, concorso tenutosi a Modica il 23 marzo scorso, realizza attraverso il linguaggio cinematografico, il tema dell’attaccamento alla vita, insito nella poesia quasimodiana.

Occorre un Ulteriore gesto di Sostegno, dicono i giovani del piccolo staff che ha realizzato tale cortometraggio ed invitano a mettere LIKE a  “SPECCHIO” da oggi 26 maggio all’1 giugno 2018 al seguente link https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10156403584828832&id=41607193831al fine di decretarne il vincitore.

Sono stati 74 i cortometraggi ammessi al Giffoni Film Festival –MyGiffoni provenienti da scuole ed associazioni culturali di tutta Italia e solamente 9 sono i cortometraggi, per le tre sezioni, giunti in finale;

Tre le sezioni in gara divise per età: si parte dai videomaker dai 6 ai 10 anni, passando per la fascia dagli 11 ai 13 e chiudendo con i ragazzi dai 14 ai 20. Per ciascuna sezione verrà assegnato: un AUDIENCE AWARD indicato dal numero di like e un MYGIFFONI AWARD destinato dal team di Giffoni.

Obiettivo della competizione, dedicata agli allievi delle scuole primarie e secondarie, oltre che alle associazioni culturali, è offrire uno spazio di promozione per le opere realizzate dai ragazzi, dall’ideazione delle storie alla regia, fino alla prova attoriale vera e propria. Amicizia, amore, bullismo, nuove tecnologie sono solo alcuni dei temi affrontati dalle opere in concorso provenienti da tutto il territorio nazionale. Coinvolte più di 50 città, tra cui: Torino, Napoli, Bologna, Bari, Benevento, Cremona, Genova, Taranto, Reggio Emilia, Treviso e Varese.

I 9 cortometraggi giunti in finale provengono da 9 comuni diversi: Torre Annunziata (NA), Alvignano (CE), Sant’Anastasia (NA), Vezzano Sul Crostolo (RE), Taranto, San Cipriano Picentino (SA), Modica (RG), Pescara e Genova.

Lo staff del Cortometraggio SPECCHIO è composto da :

Director: Angelo Piccione

Editing: Angelo Piccione

1st Assist. Director: MaricaDiquattro

2nd Assist.Director: Erica Cicero

Writer: Marica Diquattro

POST AUDIO

Posst Audio: Kevin MacLeod

Voice Over: Giulia Paolino

Audio Mix: Angelo Piccione

CAST

Soldier1: Antonio Ricca

Soldier2:Michele Terranova

Wife: Erica Cicero

Patient: Carmelo Garofalo

CREW

D.o.p.: Giuseppe Voi

Camera : Angelo Piccione

Boom Operator: Salvatore Ingarao, Stefano Muccio

Make up: Erica Cicero, Marica Diquattro

Referente Scuola: Prof.ssa Rosalinda Di Benedettto collaborata dalla Prof.ssa Lucia Cartia .