orazio-ragusaChe fine ha fatto il bando che la Crias avrebbe dovuto pubblicare per garantire l’acquisto delle scorte agli operatori del settore in vista dell’avvio della campagna agraria che prenderà il via nelle prossime settimane? E’ l’interrogativo contenuto nella lettera aperta che l’on. Orazio Ragusa ha trasmesso questa mattina all’assessore regionale all’Agricoltura, Antonello Cracolici, e all’assessore al Bilancio, Alessandro Baccei. “Sarebbe opportuno, anche in questa occasione – sottolinea l’on. Ragusa – che i tempi della politica e, soprattutto, dell’Amministrazione regionale coincidessero con quelli delle imprese agricole messe a dura prova da tutta una serie di congiunture negative che ne stanno minando fortemente la tenuta sino a causarne, in alcuni casi, la chiusura. Rispetto alla pubblicazione del bando di cui sopra siamo già in ritardo, visto che la campagna agraria prende il via a giugno, ma non si sa ancora nulla circa l’espletamento dell’iter procedurale. Ecco perché è opportuno che l’assessore Cracolici e l’assessore Baccei, ognuno per i rami di propria competenza, possano fornire gli stimoli dovuti ai propri settori e soprattutto alla Crias affinché il bando in questione, per il quale sono disponibili milioni di euro di risorse, possa essere finalmente pubblicato indicando quali le indicazioni che i potenziali partecipanti devono rispettare. Non ritengo sia possibile, ancora una volta, che si faccia finta di niente rispetto a una problematica così seria. Più volte abbiamo chiesto alla Regione di intervenire nei tempi dovuti ma tutte le sollecitazioni sono finite nel vuoto. Speriamo che, almeno stavolta, l’appello possa avere un riscontro e ci auguriamo che agli operatori del settore sia fornito il sostegno dovuto. Attendere oltre non sembra più possibile a meno di non volersi intestare la responsabilità di determinare una crisi sociale senza precedenti”.