Nei giorni scorsi, i militari della Stazione Carabinieri di Acate, durante un regolare servizio di controllo del territorio, hanno notato, presso un autolavaggio del paese, un ragazzino intento a effettuare lavori di pulizia su un’autovettura.

Insospettiti,  hanno subito proceduto al controllo del minore, che ha dichiarato di lavorare lì da qualche settimana e che i genitori erano al lavoro.

A tali affermazioni, i militari dell’Arma, identificato il proprietario dell’autolavaggio, hanno subito provveduto ad avvisare i servizi sociali e, unitamente a loro, si sono recati presso l’abitazione del 12enne.

Giunti sul posto, hanno trovato una situazione di degrado totale. Inoltre, all’interno dell’appartamento, vi erano altre due bambine di 7 anni che dormivano.

I genitori dei tre minori, che erano intenti a lavorare presso due diverse aziende agricole (senza regolare contratto di lavoro), sono stati immediatamente rintracciati e tratti in arresto dai Carabinieri della Stazione di Acate per il reato di abbandono di minore. Nessuno dei bambini era iscritto a scuola.

Per il gestore dell’autolavaggio è invece scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Ragusa per sfruttamento di lavoro minorile.