Da oggi inauguriamo questa rubrica per cercare di dare risposte alle domande dei lettori in materia di tasse e fisco. A rispondere alle domande il Dott. Enzo Catera, esperto del settore e regolarmente autorizzato allo svolgimento dell’attività di assistenza e consulenza in materia Tributaria

D) Io e mia moglie, nel corso degli anni, abbiamo accumulato cartelle esattoriali, ma non sappiamo precisamente a quanto ammontano. Io sono un commerciante, ho aderito solo parzialmente alle vecchie rottamazioni, e vorrei sapere se mi conviene aderire a quella appena introdotta. Mia moglie è una dipendente, vorrebbe aderire, e vorrebbe sapere a quanto ammonta il risparmio.

R) Gentilissimo lettore,

spero di chiarirle subito le idee. Innanzitutto, per sapere esattamente a quanto ammontano i vostri debiti con il fisco, bisogna fare un’istanza di estratto a ruolo a Riscossione Sicilia. Una volta ottenuti questi dati, sia lei che sua moglie potrete aderire al Saldo e Stralcio e alla Rottamazione-ter, per le cartelle che vanno dal 2000 fino al 2017. Essendo lei commerciante, è molto probabile che avrà cartelle per omessi versamenti IVA, IRPEF o contributi previdenziali: in questo caso, se ha un ISEE inferiore ad € 20.000, potrà istruire la pratica per il saldo e stralcio. Cosa vuol dire? Basterà pagare  una percentuale massima del 35% del debito, al netto di interessi e sanzioni, per chiudere la partita con il fisco, da pagare in 5 anni. Per tutti gli altri tipi di cartelle, potrete entrambi richiedere la rottamazione-ter: in questo caso,  pagherete i debiti con lo sconto di interessi e sanzioni in 18 rate da saldare in 5 anni. I risparmi sono notevoli e, soprattutto, potrete mettere una croce sopra, per le cartelle dal 2000 al 2017, a tutti gli eventuali futuri accertamenti e ad azioni esecutive. Alla prossima!

Dott. Enzo Catera

 Via Colombo n° 135 (Scicli)

cell. 338/8537547 e

mail enzocatera@live.it